Brexit e prestazioni pensionistiche: precisazioni sull’Accordo di recesso

Con la Circolare n. 53 del 6 aprile 2021, l’INPS fornisce chiarimenti sull’Accordo di recesso a seguito della c.d. Brexit in materia di prestazioni pensionistiche e sulle modalità di scambio di informazioni tra istituzioni previdenziali, nonché precisazioni sull’applicabilità dell’Accordo di recesso.

In primo luogo, l’Istituto ricorda che lo scorso 24 dicembre 2020 – successivamente all’Accordo di recesso – l’Unione europea e la Comunità Europea dell’Energia Atomica, da una parte, e il Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, dall’altra, hanno concluso un Accordo sugli scambi commerciali e la cooperazione (Trade and Cooperation Agreement – TCA) in virtù del quale si coordinano i rispettivi sistemi di sicurezza sociale in conformità col Protocollo sul coordinamento della sicurezza sociale (Protocol on social security coordination – PSSC), che costituisce parte integrante dell’Accordo stesso.

Leggi tutto su www.lavoro.gov.it


 

Approfondiremo queste tematiche nel corso del Modulo n. 3 della nostra Masterclass “Brexit: cosa cambia per le imprese?”, dedicato all’impatto sui lavoratori e pensionati.

Condividi

Condividi

Logo dell'Associazione per l'Alta Formazione Giuridico Economica (AFGE)

Interessato alla
Masterclass?

Iscriviti

Potrebbe interessarti anche