Banche: nuove disposizioni di vigilanza per rafforzare la governance

La Banca d’Italia ha emanato il 35° aggiornamento delle disposizioni di vigilanza, che modifica talune previsioni sul governo societario delle banche.

Tra le novità si evidenzia l’introduzione di una quota minima di genere del 33% negli organi di amministrazione e controllo delle banche e l’innalzamento da 3,5 a 5 miliardi di euro della soglia di attivo utile per la definizione di banca di “minori dimensioni o complessità operativa”.

Viene prevista, inoltre, l’adozione da parte dell’organo con funzione di supervisione strategica di regole di condotta professionale per il personale della banca, anche attraverso un codice etico.

Rafforzati anche alcuni presidi di controllo e prevista l’adozione di politiche per la gestione del dialogo tra amministratori e azionisti, per le banche di maggiori dimensioni.

Le nuove disposizioni entreranno in vigore il quindicesimo giorno successivo alla loro pubblicazione in Gazzetta Ufficiale e le banche dovranno adeguarsi entro 6 mesi da tale data.

Leggi tutto su www.bancaditalia.it

Condividi

Condividi

Potrebbe interessarti anche