Brexit, crollano le esportazioni del Regno Unito: -75% nel primo mese dall’addio all’UE

Le esportazioni di alimenti e bevande dal Regno Unito verso l’Unione sono calate drasticamente a gennaio.
A dirlo i dati pubblicati dalla Food and drink federation.

Profonda contrazione commerciale per il Regno Unito, nel primo mese di vita fuori dal mercato unico dell’Unione europea in seguito alla completa attuazione della Brexit.
Secondo uno studio condotto dalla Food and drink federation (Fsf), diffuso nella giornata di lunedì 22 marzo, le esportazioni verso l’Ue sono scese da 1 miliardo di sterline del gennaio 2020 a 256,4 milioni nello stesso mese del 2021, con un calo del 75%.
Percentuale che si fa ancora più pesante se consideriamo le esportazioni in Irlanda, Germania e Italia, crollate di oltre l’80%.

La graduale eliminazione dei periodi di ‘grazia’, dopo i quali i controlli doganali sui prodotti alimentari e altre merci diventeranno obbligatori, rischia di danneggiare ulteriormente le imprese britanniche e anche quelle europee, malgrado l’Ue possa reggere meglio l’urto.

Leggi tutto su euractiv.it


Approfondiremo queste tematiche nel corso della nostra Masterclass “Brexit: cosa cambia per le imprese?

Condividi

Condividi

Logo dell'Associazione per l'Alta Formazione Giuridico Economica (AFGE)

Interessato alla
Masterclass?

Iscriviti

Potrebbe interessarti anche