Svolgimento dell’assemblea dei soci delle società non quotate

Abstract

Svolgimento dell’assemblea di società non quotate: intervento del presidente; nomina del segretario o incarico al notaio; dichiarazione di regolare costituzione previo accertamento del quorum; interventi dei vertici societari; discussione e votazioni; richieste di intervento, risposte ed eventuali repliche; presentazione della proposta di deliberazione e comunicazione del risultato della votazione.

 

Come è noto, l’assemblea dei soci svolge un ruolo molto importante nella vita di una società: è il punto di incontro tra i soci, nonché sede dove vengono prese le decisioni di maggior rilievo per la medesima.
Il secondo modulo della Masterclass organizzata dall’Associazione per l’Alta Formazione Giuridico-Economica (AFGE) che qui ci occupa avrà come focus il suo svolgimento. 

In tale sede, dopo una breve introduzione sarà analizzato il ruolo del presidente e del segretario, unitamente ai loro rispettivi poteri e prerogative.
In particolare, il presidente ha un ruolo di grande rilevanza nello svolgimento dell’assemblea, in tutte le sue fasi.
A titolo di esempio: dichiara aperta e chiusa la seduta, accerta l’identità e la legittimazione dei presenti, pone in discussione gli argomenti all’ordine del giorno, regola gli interventi, modera il dibattito, mette in votazione le diverse proposte e ne proclama i risultati.
Tra le varie questioni, sarà approfondito anche il potere del presidente di impedire la partecipazione alla riunione di soggetti non legittimati o di escludere dalla votazione chi non ne abbia diritto, punto un tempo controverso, oggi risolto in senso favorevole dalla dottrina e dalla giurisprudenza maggioritarie.

Saranno, quindi, illustrati i quorum assembleari (costitutivi e deliberativi), il diritto di intervento in assemblea (e le sue modalità di esercizio) e le modalità di intervento con mezzi di telecomunicazione.

Saranno infine esaminati gli istituti della delega assembleare e della rappresentanza in assemblea.

Il tutto sarà accompagnato da riferimenti a casi pratici e terrà conto del particolare contesto emergenziale in cui ci troviamo relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza della epidemia da COVID-19 (cfr. art. 106 Decreto “Cura Italia” e Massima n. 187 del Consiglio Notarile di Milano dell’11 marzo 2020).
Con riferimento a questi ultimi profili sarà, altresì, preso in esame quanto della normativa emergenziale, e della relativa prassi applicativa, potrebbe rimanere in vigore anche in seguito, una volta terminata l’emergenza.

Condividi

Condividi

Foto del docente Augusto Santoro

Interessato alla
Masterclass?

Iscriviti

Potrebbe interessarti anche