Il bilancio degli Enti del Terzo Settore

La logica della rendicontazione assume con il Codice del Terzo Settore contorni più definiti e un coordinamento con le norme che governano il funzionamento degli Enti del Terzo settore (Ets) prima sconosciuto.

Gli enti non profit qualificati, ai sensi del d.lgs n. 117 del 3 luglio 2017 recante il “Codice del Terzo”, come “enti del Terzo settore” sono chiamati a partire dall’esercizio 2021 a predisporre un “bilancio”, inteso come sistema codificato di norme che porta a una rendicontazione finanziaria che sia, per quanto possibile, comparabile per tutti gli enti interessati.

La previsione rappresenta un cambiamento di impostazione radicale per molti enti, abituati sino ad oggi a fornire, vista la scarsità di norme in materia, una sintesi delle risultanze finanziarie “personalizzata” sulla base delle proprie consuetudini.
Il legislatore dell’art. 13 del Codice del Terzo settore ha fornito alcune indicazioni di carattere generale, rinviando alla definizione di un decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali per la “modulistica” del bilancio.

Il richiamato Ministero ha pubblicato, quindi, il decreto n. 39 del 5 marzo 2020, il cui Allegato contiene oltre agli schemi di riferimento una serie di indicazioni in merito alle modalità tramite cui predisporre il bilancio.

Gli enti del Terzo settore sono, peraltro, chiamati già da oggi a prendere in attento esame il contenuto del decreto e delle disposizioni del Codice del Terzo settore correlate alla redazione del bilancio, considerato infatti che si rende necessario organizzare una tenuta dei conti tale da poter recuperare le informazioni finanziarie di sintesi del periodo.

Il bilancio, peraltro, si pone come uno strumento di informativa “centrale” per gli enti del Terzo settore in quanto in esso, che sarà pubblico una volta depositato nel costituendo Registro unico degli enti del Terzo settore, saranno contenute molte indicazioni inerenti all’adempimento degli obblighi civilistici e al soddisfacimento delle condizioni necessarie per poter consentire agli enti l’iscrizione e il mantenimento dell’iscrizione nel suddetto Registro.

Condividi

Condividi

Pozzoli Matteo

Interessato alla
Masterclass?

Iscriviti

Potrebbe interessarti anche