Il regime Patent Box: autoliquidazione e ruling

Il Patent Box è un regime opzionale che prevede la detassazione parziale ai fini IRES e IRAP dei redditi derivanti dall’utilizzo diretto e indiretto di determinati beni immateriali.
Le ultime statistiche del Ministero dell’Economia e delle Finanze registrano un crescente esercizio dell’opzione Patent Box a dimostrazione dell’appeal del regime in parola e con l’introduzione del regime di autoliquidazione si prospetta un ulteriore incremento.


 

Il Patent Box è un regime opzionale avente oggetto una tassazione agevolata per i redditi derivanti dall’utilizzo (diretto o indiretto) di specifici beni immateriali quali:

  • software protetto da copyright
  • brevetti industriali
  • disegni e modelli
  • know-how

Il regime Patent Box consente a tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa che svolgono attività di ricerca e sviluppo finalizzate allo sviluppo, mantenimento e accrescimento dei beni agevolati di escludere dal reddito d’impresa il 50% dei redditi e delle plusvalenze derivanti dai predetti beni immateriali, al fine di favorire gli investimenti in attività di ricerca e sviluppo (“R&S”) e incentivare la collocazione in Italia dei beni immateriali detenuti all’estero.

Fino al periodo d’imposta 2019, in caso di utilizzo diretto dei beni immateriali, l’agevolazione poteva esser fruibile solo successivamente alla conclusione dell’accordo preventivo (c.d. ruling) con l’Agenzia delle Entrate, nell’ambito del quale sono definiti i metodi e i criteri di calcolo del reddito agevolabile.

A partire dal 2019 è stata introdotta la possibiltà, in alternativa alla procedura di ruling sopracitata, di determinare direttamente il reddito agevolabile, indicando le informazioni necessarie alla predetta determinazione all’interno di idonea documentazione predisposta secondo quanto previsto dal Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 30 luglio 2019 n. 658445/2019 (c.d. autoliquidazione).

La quota di reddito agevolabile, che rappresenta la misura della variazione in diminuzione da apportare in dichiarazione dei redditi, è pari al prodotto tra:

  • reddito agevolabile complessivo derivante dall’utilizzo dei beni immateriali
  • nexus Ratio, dato dal rapporto tra costi di R&S qualificati e complessivi
  • percentuale di agevolazione prevista dalla disciplina (i.e., 50%)

Nel corso della Masterclass AFGE del 16 giugno i relatori analizzeranno la disciplina relativa al Patent Box illustrandone gli aspetti fondamentali, quali l’ambito oggettivo e soggettivo, le modalità di esercizio dell’opzione (i.e., ruling o autoliquidazione) e le metodologie di calcolo.

Seguiranno esercitazioni pratiche su casi concreti relativi alla determinazione del reddito agevolabile attraverso le principali metodologie, basate su metodi postulati dalle più recenti Linee Guida OCSE nell’ambito della disciplina transfer pricing (i.e., Comparable Uncontrolled Price e Profit Split secondo la variante c.d. Residual).

Condividi

Condividi

Foto del docente Papotti Raul-Angelo

Interessato alla
Masterclass?

Iscriviti

Potrebbe interessarti anche